Disoccupazione giovanile

Stampa

Disoccupazione giovanile

Scarica i dati expo_excel
Analisi:
Territorio:
Anno:
Genere:

Il tasso di disoccupazione giovanile si riferisce alla percentuale di giovani disoccupati (15-24 anni) rispetto alla popolazione attiva 15-24 anni.

La disoccupazione giovanile in Piemonte (23,4% nel 2021) è più elevata di quella delle altre grandi regioni del Nord, seppur in diminuzione a partire dal 2015. Comunque se si controntano i dati rispetto al 2008 il Piemonte ha subito un ampio balzo in avanti di circa 10 punti percentuali. Fra i giovani sono soprattutto le giovani donne a mostrare livelli elevati di disoccupazione. Nel contesto delle province piemontesi, infatti, i tassi sono molto più elevati per le giovani donne eccetto che a Biella e a Cuneo. Le province con una maggior quota di giovani disoccupati sono quelle di Torino, Novara e Asti, i cui dati risultano notevolmente accresciuti rispetto al 2008. Cuneo conferma, insieme ad Alessandria, i valori più bassi.

EUROSTAT, REGIO, NEW CRONOS. Indagine europea sulle Forze lavoro (LFS).

Il Regolamento (UE) 2019/1700 del Parlamento europeo e del Consiglio, che si applica a decorrere dal 1° gennaio 2021, ha stabilito requisiti più dettagliati e vincolanti per le statistiche europee su persone e famiglie basate su dati a livello individuale ottenuti su campioni, con l’obiettivo di migliorarne l’armonizzazione. Pertanto, a partire dal 2021 la nuova rilevazione Forze di lavoro ha recepito le indicazioni del Regolamento, introducendo cambiamenti nelle definizioni di famiglia e occupato e utilizzando un nuovo questionario. Per rendere confrontabili le nuove stime rispetto ai dati riferiti agli anni passati l'Istat ha provveduto a ricostruire le serie storiche dei principali indicatori del mercato del lavoro a partire dal 2004.

amministrazione

area riservata

Cerca