ires50
Home Autonomia Sicurezza
24 | 11 | 2017
Indicatori di Autonomia / Sicurezza

L'Autonomia/Sicurezza delle province piemontesi negli anni della crisi (2008-2014)


lavoro

Per quanto riguarda le fondamentali dimensioni del benessere rappresentate dall’autonomia e dalla sicurezza delle persone, si osserva durante la crisi una generale riduzione del tasso di occupazione e un aumento di quello di disoccupazione, più che raddoppiato tra il 2008 e il 2014, sia nelle province in cui era già più elevato sia in quelle in cui era più basso. Le province piemontesi in cui la crescita della disoccupazione è risultata più intensa negli anni della crisi sono Alessandria, Vercelli, Asti e Torino. Tra le province poste a confronto nel recente contributo di ricerca IRES Imperia mostra l’intensità di crescita più elevata, mentre le altre registrano variazioni simili a quelle piemontesi, ad eccezione di Verona in cui si osserva un incremento più contenuto.  

Si registra, inoltre, un aumento consistente della disoccupazione giovanile in tutte le province a confronto, un dato che assume una specifica gravità assoluta nelle province di Novara e Torino, in cui le quote di disoccupati comprendono oltre il 50% dei ragazzi 15-24 anni presenti sul mercato del lavoro. D’altro canto, il lavoro part-time femminile aumenta in tutte le province più per mancanza di tempo pieno che per scelta. Nel contempo, i servizi di cura all’infanzia, con un’offerta molto differenziata per entità e tipo fra le diverse province, registrano con la crisi un parziale ritiro della domanda delle famiglie, che hanno meno risorse economiche e più membri adulti disoccupati.

Nei sondaggi del 'Clima d'opinione' dell'IRES Piemonte, nel 2014 le famiglie in difficoltà segnalano le spese per la casa e le bollette come ambiti di maggior disagio, ma negli anni della crisi a farsi più pressanti sono diventate le spese per servizi di cura alla persona, quelle scolastiche e le spese mediche, con dinamiche differenti per provincia. Nel contempo, la risorsa istruzione, strumento e veicolo di autonomia personale e lavorativa, col succedersi delle generazioni vede ridursi la popolazione adulta che ne dispone solo in misura minima. Tuttavia, pur risultando in aumento, si osserva ancora una relativa limitatezza della formazione lungo il corso della vita lavorativa.





Amministrazione