Inattività

Stampa

Inattività

Scarica i dati expo_excel
Analisi:
Territorio:
Anno:
Genere:

Percentuale delle persone inattive in età da lavoro (15-64 anni).

Nel corso degli anni di crisi si è assistito ad un aumento della quota di popolazione che partecipa al mercato del lavoro piemontese così come nelle altre regioni del Nord.
La diminuzione del tasso di inattività è da imputarsi in particolare alla componente femminile che ha visto diminuire il proprio tasso di inattività, a fronte di un aumento di quello maschile in alcuni contesti territoriali. Tuttavia, molto del lavoro femminile di questi anni è caratterizzato dal tempo parziale, più per un adattamento alla mancanza di lavoro a tempo pieno che per una scelta preferenziale.
Nelle province piemontesi il tasso è ugualmente in calo, Torino e Biella mostrano il trend più positivo, Vercelli quello più debole. VCO e Biella, diversamente dal trend regionale, mostrano un peggioramento della dinamica, che segna un aumento rispettivamente di circa 4 e 2 punti percentuali, a partire dal 2016. Tali riduzioni hanno pesato sulla media regionale, che infatti mostra una diminuzione delle persone inattive in età da lavoro passando da oltre il 30% nel 2013 al 28.4% nel 2019.

ISTAT, Indagine sulle forze di lavoro per le regioni e province italiane
EUROSTAT, elaborazione su dati dall'indagine UE sulle Forze lavoro (LFS), per le regioni straniere

amministrazione

area riservata

Cerca