ires50
Home Contesto Instabilità coniugale
12 | 12 | 2017
PDF Stampa E-mail

Instabilità coniugale

Tabella in formato excel expo_excel
Analisi:
Territorio:
Anno:
Genere:

Definizione operativa:  
L'instabilità coniugale è operativizzata tramite il tasso di separazione calcolato per 1.000 coppie coniugate.
Tendenze:  
Tra il 2008 e il 2012 si registra in Piemonte una riduzione del livello di instabilità coniugale. Si tratta di un dato in controtendenza rispetto a quello che in precedenza aveva caratterizzato la regione. Si può pensare che il lungo periodo di crisi abbia reso più prudenti anche nell’assumere i costi aggiuntivi che le rotture coniugali ingenerano nell’immediato o in prospettiva. La provincia con il più elevato tasso di separazione è il Verbano-Cusio-Ossola seguito da quelle di Alessandria e Torino.
Fonti dei dati:  
ISTAT, Scioglimento e cessazione degli effetti civili del matrimonio
ISTAT, Separazioni personali dei coniugi
Pubblicazioni:  
ISTAT, Matrimoni, separazioni e divorzi in Italia 2014
 
Amministrazione