ires50
Home Contesto Cittadini stranieri residenti
12 | 12 | 2017
PDF Stampa E-mail

Cittadini stranieri residenti

Tabella in formato excel expo_excel
Analisi:
Territorio:
Anno:
Genere:

Definizione operativa:  
Percentuale di popolazione straniera residente sulla popolazione residente. (Dati al 31 dicembre)
Tendenze:  
Dal 2002 ad oggi la popolazione straniera residente in Italia è aumentata dal 2,4 all'8,2%, portando il Paese al terzo posto in Europa per numero di stranieri soggiornanti e superando anche la media europea (6,7% nell'UE-28 al 1° gennaio 2013) per incidenza di popolazione immigrata sulla popolazione.
 
La percentuale di cittadini stranieri residenti in Piemonte nel 2014 è del 9,6%: si tratta di una percentuale un po’ inferiore a quella delle altre grandi regioni italiane del Nord (Lombardia  11,3%, Veneto 10,4%, Emilia Romagna 12,0%, Toscana 10,3%). La provincia con la percentuale più elevata di stranieri residenti è Asti (11,5%), cui seguono Alessandria (10,4%), Cuneo (10,3%) e Novara (10,1%).
Note:  
In Italia si registra l'esistenza di sistemi di rilevazione differenti:- il Ministero degli Interni registra i permessi di soggiorno tramite i dati inviati dalle questure, sottostimando il numero dei minori e non tenendo conto di permessi scaduti o rinnovati;
- l'ISTAT si basa sull'archivio delle iscrizioni anagrafiche, collegato agli uffici comunali, ma il numero di iscritti all'anagrafe è inferiore ai soggiornantii;
- la Caritas Italiana pubblica annualmente il dossier statistico in cui presenta dei coefficienti di correzione dell'elaborazione di dati del Ministero e dell'ISTAT.
Si è comunque ritenuto di utilizzare il dato sui cittadini stranieri residenti, seppure sottostimato rispetto ai soggiornanti, perché indica una presenza più stabile sul territorio e quindi sembra essere un indicatore più affidabile della presenza effettiva nella distribuzione regionale. Inoltre si è utilizzato il dato validato dall'ISTAT sia per la popolazione residente straniera che italiana.
Nel 2012 EUROSTAT dedica una scheda alle statistiche sulle migrazioni internazionali e sulle popolazioni di origine straniera nell’Unione Europea. In termini assoluti, il numero più elevato di stranieri residenti nell’UE si registra in Germania (7,2 milioni al 1° gennaio 2011), Spagna (5,6 milioni), Italia (4,6 milioni), Regno Unito (4,5 milioni) e Francia (3,8 milioni). Gli stranieri residenti in questi cinque Stati membri rappresentano complessivamente il 77,3% del totale degli stranieri nell’UE-27, mentre la popolazione degli stessi cinque Stati rappresenta il 62,9% dell’intera popolazione dell’UE-27
Dal 1999, anno di entrata in vigore del trattato di Amsterdam, le politiche sull'immigrazione sono al centro dell'attenzione delle politiche sociali europee. L'attenzione delle politiche (in termini legislativi e di interventi) rispetto al fenomeno migratorio è molto elevata anche sul piano regionale. Le Regioni hanno recentemente assunto competenze specifiche di coordinamento e programmazione in materia, insieme agli altri enti locali (Consigli territoriali, osservatori).
Fonti dei dati:  
ISTAT; per le regioni europee Eurostat.
Pubblicazioni:  
IRES Piemonte, Cap 5.1 La popolazione, in Relazione annuale sulla situazione economica, sociale e territoriale del Piemonte 2016
ISTAT, Bilancio demografico nazionale 2016
Eurostat, Europe in figures - Yearbook: Foreign citizens
Risorse on line:  
Osservatorio sull'immigrazione in Piemonte dell'IRES Piemonte
Osservatorio Demografico territoriale del Piemonte dell'IRES Piemonte
Caritas, Dossier sull'immigrazione
Istat, Demografia in Cifre
Ministero degli Interni, sezione Immigrazione
 
Amministrazione